La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Venerdì 19 Aprile 2024, a cura di Tommaso Grieco

 

Fine settimana quasi stabile e piuttosto fresco!

 

Le immagini dal satellite meteosat

Un cordiale buongiorno a Voi lettori e buon inizio di week-end.

Il venerdì di ieri è scivolato via all’insegna della variabilità, con ampi sprazzi assolati alternati ad intensi addensamenti cumuliformi; questi ultimi hanno apportato rovesci sparsi in Lomellina, specie tra Robbio, Vigevano e Tromello. Qualche piovasco è stato registrato anche sul versante orientale dell’Oltrepò, mentre Pavia è rimasta all’asciutto. Proprio in città, gli estremi termici hanno oscillato tra i 7.4°C di minima ed i 14.4°C di massima.

Che cosa accadrà nel corso di questo fine settimana?

L’Anticiclone delle Azzorre, ben piazzato sul vicino Atlantico, promuove la discesa di nuclei d’aria più fresca ed instabile dal mare del Nord. Essi subentrano a fasi alterne anche sulla nostra provincia, dando vita a qualche spunto d’instabilità.

Durante questo fine settimana il tempo permarrà caratterizzato allora dal solito avvicendamento tra sole e nubi: non ci sarà grande rischio di piogge, ma il dato significativo sarà costituito dal campo termico, poiché le temperature permarranno su valori piuttosto freschi, specie se paragonati a quelli estivi dello scorso fine settimana!

Ed anche per l’inizio della prossima parrebbe plausibile credere nella discesa di aria ulteriormente più fredda, stavolta dai quadranti nord-orientali. Tale affondo potrebbe porre le basi per una certa ciclogenesi mediterranea, la quale ci regalerebbe giornate variabili ed a rischio rovesci.

Per ora, non si intravede la possibilità né di ondate di calore premature né di franchi ingressi perturbati atlantici (questi ultimi, forse, arriveranno per il ponte del 25 Aprile…).

Che dire, godiamoci questo venerdì all’insegna di una relativa stabilitò e, a Dio piacendo, noi ci risentiremo durante l’appuntamento atteso per la prossima notte.

Buona giornata!


Il Bollettino di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Tommaso Grieco

Venerdì 19 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo sereno o poco nuvoloso: aria frizzante. In giornata avremo nubi sparse di passaggio, ma senza la minaccia di precipitazioni. Nella sera cielo nuovamente poco nuvoloso.

Temperature: min in ulteriore diminuzione, tra 2°/5°C, max in aumento, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1800m.

Venti: tra deboli e moderati da SW, con raffiche in valle Staffora.

Sabato 20 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo sereno o poco nuvoloso, con qualche addensamento di passaggio. Nel pomeriggio tempo prevalentemente assolato, ma sull'est della provincia potrà esserci occasione per qualche annuvolamento di poco conto. Nella sera poche nubi ovunque.

Temperature: min in aumento, tra 5°/8°C, max stazionarie, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1600m.

Venti: moderati da NORD, con probabili effetti favonici.

Domenica 21 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo poco nuvoloso. In giornata tempo maggiormente variabile, stante la formazione di nubi cumuliformi sui rilievi dell'Oltrepò, ove potrà esserci occasione per qualche isolato piovasco.

Temperature: min in lieve diminuzione, tra 4°/7°C, max stazionarie, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1500m.

Venti: deboli variabili.

Tendenza successiva

All'inizio della prossima settimana l'ingresso di fredde correnti nord-orientali potrebbe porre le basi per un ulteriore calo delle temperature, tra l'altro condito da condizioni più instabili, stante una possibile ciclogenesi poco distante dal mar Ligure (da rivedere e confermare).



Archivio Notizie 2010

Gli articoli di Paviameteo del 2010

Inizia la stagione dei cieli spettacolari

Nella giornata del 30 Marzo la nostra città è stata sfiorata da un'attiva linea temporalesca, estesa dal lecchese al milanese, in transito da ovest verso est: a Pavia abbiamo registrato un sensibile rinforzo dei venti fino ai 43.5km/h (corrente di Outflow), ma nessuna precipitazione di rilievo.

Il cielo ha tuttavia regalato spettacolo: nella sezione "Fotogallery", categoria "Temporali pavesi", potrete trovare qualche veloce scatto del sistema temporalesco.

Per comodità, ecco il LINK DELLE FOTO


Commenta (0 Commenti)

Primi fenomeni estremi nonostante le basse temperature

In barba alla stagione ancora acerba, una tromba d’aria unita ad una forte grandinata ha colpito nel pomeriggio del 30 Marzo una vasta area del Reggiano, ed ha interessato Cadelbosco, Novellara, Bagnolo in Piano, Villa Argine.
Il vento ha scoperchiato i tetti, ribaltato automobili, fatto cadere alberi; l’energia elettrica è mancata per circa un’ora.

L'evento si è verificato in concomitanza del passaggio del fronte freddo Atlantico, che è riuscito a sprigionare un'energia tale da formare la struttura vorticosa: ci si chiede cosa sarebbe accaduto se questo fatto fosse avvenuto in piena Estate, con un potenziale termo-igrometrico assai più devastante..

Ecco un video ripreso dalle telecamere di You Reporter:

VIDEO TROMBA D'ARIA A BAGNOLO IN PIANO

Commenta (2 Commenti)

Tutti sottomedia termica i primi 3 mesi del 2010!

A Pavia i primi tre mesi dell'anno hanno registrato una temperatura mensile inferiore alle medie: non accadeva dal 2006.

In realtà, gli scarti negativi sono stati piuttosto esigui, e sempre inferiori al grado.

Per quanto riguarda le precipitazioni, tutti e 3 i mesi sono trascorsi con un accumulo sopra la norma.

Vi rimando alla sezione aggiornata dei grafici Annuali, mentre per l'analisi di Marzo ci aggiorneremo tra qualche giorno.


GRAFICI 2010

Commenta (1 "Commento")

Primo temporale dell'anno per Pavia

Nella giornata di ieri abbiamo assistito al 1° temporale dell’anno.

Nel pomeriggio una linea temporalesca piuttosto organizzata è transitata da SW a NE, dall’alessandrino al pavese: il rovescio più intenso in città è stato registrato alle 17.00 (140.4mm/h), quando il sistema ha colpito in pieno la nostra area. Il cielo è diventato color giallo-verde per una manciata di minuti, segno della presenza di cristalli di ghiaccio.

In effetti in alcuni quartieri quali città Giardino e S. Maria delle Pertiche, è caduta per qualche momento la grandine, con chicchi di piccole dimensioni.

Le raffiche di vento hanno superato i 50km/h al transito della struttura, colorata da molti lampi e tuoni piuttosto incisivi.

- In provincia:

Sono state numerose le segnalazioni di Grandine: Gianluca ci ha comunicato una breve grandinata tra Zinasco e Cava Manara, Matteo tra Varzi e Menconico, Giuliana tra Mezzana Bigli e Casoni Borroni, Graziella a Sannazzaro, Ettore a San Giorgio di Lomellina, Paolo a Zerbolò.

Complessivamente, l’area maggiormente interessata dai fenomeni temporaleschi è stata la Lomellina, ove tutte le nostre stazioni CML hanno registrato accumuli superiori ai 10mm.

Anche l’alto Oltrepò ha avuto la sua razione di rovesci, specie l’alta valle Staffora e la val Tidone: meno interessato il basso Oltrepò.

- Torna il servizio di Monitoraggio Temporali

Con un po' d'anticipo rispetto al classico ruolino di marcia, possiamo definire aperta la nuova stagione temporalesca del 2010! Come l'anno scorso, terremo aperta la sezione dedicata alle cronache dei possibili eventi temporaleschi previsti, di modo da poter dare tempestive informazioni, specialmente a coloro che dovessero mettersi per strada.

Ecco il Link, che trovate anche nella sezione "Avvisi": Monitoraggio Temporali

Per concludere, ecco una splendida foto del nostro Donato Albanesi, che ben riassume l'andamento meteorologico di questi giorni:



Commenta (0 Commenti)

Temporale nevoso dalla bassa bergamasca al pavese orientale

Nella giornata di ieri abbiamo assistito ad un evento spettacolare: l'impetuoso ingresso di secche correnti nord-orientali, in contrasto con l'aria fredda ed umida preesistente, ha dato origine ad una classica Dry Line, che dalla bassa pianura Bergamasca è scesa con direzione SSE in direzione di pavese orientale e lodigiano.
La linea temporalesca ha costituito una sorta di muraglia, alla sinistra della quale vi erano condizioni nettamente favoniche, ed alla destra della quale si registravano i fenomeni nevosi.

Rappresentazione grafica dell'evento temporalesco di ieri Il clou dei fenomeni

Non a caso, la nostra provincia si è trovata sotto condizioni nettamente differenti: alle 18.00, la Lomellina occidentale godeva di cieli limpidi, Foehn tesi e temperature attorno agli 8°C; il settore orientale, con particolare riferimento a Villanterio e Copiano, è stato invece interessato dal braccio occidentale del sistema temporalesco, ed in queste aree è tornata a cadere la neve sotto forma di Graupeln, con una temperatura crollata sui 2°C.

Pavia è stata la terra di mezzo, con metà cielo sereno (verso ovest) e metà cielo molto nuvoloso (verso est); alla fine in città ci sono stati segnalati fiocchi sparsi in qualche quartiere, specie verso l'area più orientale (Montebolone e Viale Cremona).

In seguito, la linea temporalesca è scesa velocemente verso il Piacentino, arrecando brevi ma intensi rovesci di neve.

Ecco alcune foto riprese al volo dall'Osservatorio:

ORE 17.00

Ore 17.00

ORE 17.10:

ORE 17.10

ORE 17.30:

ORE 17.30

ORE 18.05:


ORE 18.05 - Il fronte passa senza lasciare traccia di sè in città

Commenta (0 Commenti)