La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Venerdì 19 Aprile 2024, a cura di Tommaso Grieco

 

Fine settimana quasi stabile e piuttosto fresco!

 

Le immagini dal satellite meteosat

Un cordiale buongiorno a Voi lettori e buon inizio di week-end.

Il venerdì di ieri è scivolato via all’insegna della variabilità, con ampi sprazzi assolati alternati ad intensi addensamenti cumuliformi; questi ultimi hanno apportato rovesci sparsi in Lomellina, specie tra Robbio, Vigevano e Tromello. Qualche piovasco è stato registrato anche sul versante orientale dell’Oltrepò, mentre Pavia è rimasta all’asciutto. Proprio in città, gli estremi termici hanno oscillato tra i 7.4°C di minima ed i 14.4°C di massima.

Che cosa accadrà nel corso di questo fine settimana?

L’Anticiclone delle Azzorre, ben piazzato sul vicino Atlantico, promuove la discesa di nuclei d’aria più fresca ed instabile dal mare del Nord. Essi subentrano a fasi alterne anche sulla nostra provincia, dando vita a qualche spunto d’instabilità.

Durante questo fine settimana il tempo permarrà caratterizzato allora dal solito avvicendamento tra sole e nubi: non ci sarà grande rischio di piogge, ma il dato significativo sarà costituito dal campo termico, poiché le temperature permarranno su valori piuttosto freschi, specie se paragonati a quelli estivi dello scorso fine settimana!

Ed anche per l’inizio della prossima parrebbe plausibile credere nella discesa di aria ulteriormente più fredda, stavolta dai quadranti nord-orientali. Tale affondo potrebbe porre le basi per una certa ciclogenesi mediterranea, la quale ci regalerebbe giornate variabili ed a rischio rovesci.

Per ora, non si intravede la possibilità né di ondate di calore premature né di franchi ingressi perturbati atlantici (questi ultimi, forse, arriveranno per il ponte del 25 Aprile…).

Che dire, godiamoci questo venerdì all’insegna di una relativa stabilitò e, a Dio piacendo, noi ci risentiremo durante l’appuntamento atteso per la prossima notte.

Buona giornata!


Il Bollettino di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Tommaso Grieco

Venerdì 19 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo sereno o poco nuvoloso: aria frizzante. In giornata avremo nubi sparse di passaggio, ma senza la minaccia di precipitazioni. Nella sera cielo nuovamente poco nuvoloso.

Temperature: min in ulteriore diminuzione, tra 2°/5°C, max in aumento, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1800m.

Venti: tra deboli e moderati da SW, con raffiche in valle Staffora.

Sabato 20 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo sereno o poco nuvoloso, con qualche addensamento di passaggio. Nel pomeriggio tempo prevalentemente assolato, ma sull'est della provincia potrà esserci occasione per qualche annuvolamento di poco conto. Nella sera poche nubi ovunque.

Temperature: min in aumento, tra 5°/8°C, max stazionarie, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1600m.

Venti: moderati da NORD, con probabili effetti favonici.

Domenica 21 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino cielo poco nuvoloso. In giornata tempo maggiormente variabile, stante la formazione di nubi cumuliformi sui rilievi dell'Oltrepò, ove potrà esserci occasione per qualche isolato piovasco.

Temperature: min in lieve diminuzione, tra 4°/7°C, max stazionarie, attorno a 17°/20°C.

Zero termico: attorno ai 1500m.

Venti: deboli variabili.

Tendenza successiva

All'inizio della prossima settimana l'ingresso di fredde correnti nord-orientali potrebbe porre le basi per un ulteriore calo delle temperature, tra l'altro condito da condizioni più instabili, stante una possibile ciclogenesi poco distante dal mar Ligure (da rivedere e confermare).



Archivio Notizie 2009

Gli articoli di Paviameteo del 2009

Strapotere del 2003, ma il 2009 si piazza nella classifica


Ecco un grafico che riprende le 12 temperature più elevate registrate a Pavia dall'anno 2000 ad oggi: com'era prevedibile, il 2003 fa man bassa e occupa ben 8 posizioni!

Le 12 Temperature massime più elevate registrate dal 2000 a Pavia

Durante quell'anno, Agosto fu caratterizzato da un'incredibile area di alta pressione sub-tropicale, la quale avvolse Portogallo, Spagna, Francia, Paesi Bassi, Germania, Danimarca, Scandinavia meridionale, Austria, Svizzeria, Italia, Balcani e Grecia.

Il top del caldo si raggiunge l'11 Agosto 2003, quando in città la colonnina di mercurio salì a 38.3°C; questo rappresenta un valore di sicura eccezionalità per il nostro territorio, non abituato a fare i conti con temperature così elevate e tassi d'umidità così bassi.

Al contrario di molte aree dell'Emilia, del Veneto e della bassa Lombardia centro-orientale, il pavese è terra più umida, dalla conformazione del territorio particolare, e pertanto, a parità di situazioni, la nostra provincia registra sempre qualche grado in meno.

Proseguendo la scalata in classifica, si ritrovano il 13, il 5 ed il 10 Agosto 2003, quando le massime rimasero sopra i 37°C.

Ecco poi il Luglio 2006, mese che si dimostrò assai caldo in un'Estate sottovalutata ma con picchi piuttosto elevati.

Seguono il 6, 9 e 12 Agosto 2003, intervallati solo dalla potente ondata di calore del Giugno 2005: in quel mese si registrò una fase veramente calda dal 16 al 30, quando le massime sorpassarono sempre i 30°C, raggiungendo il loro apice il giorno 27, con 36.3°C a Pavia. L'ultima decade fu eccezionalmente calda, con una media max di 33.94°C!

In 11°ma posizione ritroviamo l'attuale 19 Agosto 2009, che rappresenta la data più tardiva tra tutte.

Ultimo il 23 Luglio 2004, con 35.4°C rapidamente sostituiti da aria più fresca durante i giorni successivi:

Commenta (1 "Commento")

Pavia tra le più calde della provincia

Clamoroso exploit di Pavia, che sale sul podio delle località più calde della provincia: dopo i 34.4°C registrati ieri verso le 18.40, oggi la colonnina di mercurio è salita fino a raggiungere il notevole picco di 35.7°C alle 17.45.

Come ieri, torniamo ad analizzare i dati di gran parte delle nostre stazioni pavesi del CML: vediamo ancora le massime:

33.1°C – Ottobiano C.na Rotorta

33.4°C – Casorate Primo

33.9°C – Vigevano

34.2°C – Mede

34.4°C – Vidigulfo

34.5°C – Scaldasole

34.8°C – Zeccone

34.9°C – Mezzana Bigli

34.9°C – Tromello

35.0°C – Ottobiano

35.0°C – Robbio

35.6°C – Cava Manara

35.7°C – Pavia

35.8°C – Castelletto di Branduzzo

36.0°C – Corteolona

 

Ottobiano C.na Rotorta si è confermata la località meno calda della provincia durante questo episodio; Casorate, Mede e Vigevano hanno perso invece diversi decimi, specie quest’ultima, ove il calo rispetto a martedì è stato di quasi due gradi (-1.8°C).

Sono salite lievemente Vidigulfo (+0.6°C), Ottobiano (+0.5°C) e Robbio (+0.5°C), mentre sono rimaste su valori quasi stazionari Scaldasole (-0.1°C), Zeccone (-0.3°C), Mezzana (-0.3°C), Tromello (0.0°C).

Le tre sorelle “c” hanno perso decimi, specie Cava Manara con -1.1°C rispetto a ieri.

Chi invece ha guadagnato svariate posizioni è proprio Pavia, che ha registrato un +1.3°C rispetto alla massima di ieri.

Ecco il momento clou della giornata ripreso dagli aggiornamenti del nostro software meteo Weatherlink:

La ripresa in diretta dal Weatkerlink della stazione di Pavia C.na Pelizza

Come potete osservare, la temperatura massima l’abbiamo registrata in coincidenza del cambiamento di disposizione dei venti: fino alle 17.45, la direzione è sempre stata da EST, poi ha girato nettamente da SW, fino a terminare dai quadranti settentrionali alle 18.20.

Non è la prima volta che Pavia registra temperature così elevate in occasione di rientri dai quadranti orientali: il successivo rimescolamento indotto dall’ingresso del SW, potrebbe aver favorito l’ulteriore rialzo.

Alle 17.50 (segnalato dal cerchio viola) abbiamo infatti percepito una temperatura di 40.1°C (Colonna dell’Heat Index), quando ormai la disposizione delle correnti era pienamente sud-occidentale.

Insomma, stiamo vivendo un'ondata di calore vera, che probabilmente è giunta un po' troppo in ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia..


Mercoledì 19 Agosto 2009 - Ore 22.31

Commenta (0 Commenti)

Pavia raggiunge il picco estivo

La giornata di mercoledì 18 Agosto 2009, potrebbe aver rappresentato la giornata più calda dell’anno, a meno di possibili sorpassi tra oggi e venerdì.

Il gioco dei nostri microclimi è davvero particolare:  solo avendo la possibilità di monitorare per bene tutta la nostra provincia, come stiamo effettuando al Centro Meteorologico Lombardo, si potrà analizzare queste differenze, e porre dei paletti climatici di sicuro interesse.

A Pavia si sono battuti i picchi del 25 Maggio (33.7°C) e del 15 Luglio (33.8°C), con una massima che, per la prima volta, ha superato i 34°C. 

Ecco le Temperature massime registrate da tutte le nostre stazioni del Centro Meteorologico Lombardo:

33.6°C – Ottobiano C.na Rotorta

33.8°C – Vidigulfo

34.2°C – Mede

34.4°C – Ottobiano

34.4°C – Pavia

34.5°C – Robbio

34.6°C – Casorate Primo

34.6°C – Scaldasole

34.9°C – Tromello

35.1°C – Zeccone

35.2°C – Mezzana Bigli

35.7°C – Vigevano

36.4°C – Corteolona

36.5°C – Castelletto di Branduzzo

36.7°C – Cava Manara

Parlando con i numeri interi, la nostra provincia ha registrato un delta termico di 3°C, compreso tra 34°C e 37°C.

Significativa è la grande uniformità di dati tra Mede e Zeccone, separati da nemmeno 1°C.

Molto interessante il dato di Vigevano, che piazza un 35.7°C in mezzo alle campagne della Lomellina:  i suoi due paesi vicini, quali Robbio  ed Abbiategrasso, hanno invece rivelato 1/1.5°C in meno!

Il podio di zona più calda della nostra provincia spetta come al solito alle 3C”: Cava Manara, Castelletto di Branduzzo e Corteolona, che hanno avuto un gap di appena 3 decimi tra loro.

Come mai questa differenza termica tra alcuni paesi ed altri?

Proviamo a dare una spiegazione andando a vedere i tassi d’umidità: a Pavia la media del pomeriggio ha oscillato tra il 46% ed il 51%, sconfinando al 41% (valore minimo giornaliero) alle 17.00.

A Cava Manara, che dista in linea d’aria appena 7km, l’umidità relativa minima è scesa fino al 27%.

Un fattore discriminante potrebbe dunque essere l’umidità, ma da sola non basta per spiegare le differenze: potremmo aggiungere le brezze locali, che potrebbero avere un ruolo rilevante nel far impennare le temperature, oltre che la particolare conformazione del territorio.

Martedì 18 Agosto 2009 - Ore 22.10


Commenta (1 "Commento")

Paviameteo ha terminato ieri la traslazione dei contenuti sul nuovo server: dal punto di vista grafico, non è cambiato pressoché nulla, se non il colore dello scroller in primapagina, e qualche titolo.

 

Completamente rinnovata è la sezione delle Foto; con essa potrete votare i vari scatti con giudizi da 1 (pessima) a 5 (bellissima), copiare l’immagine direttamente all’interno di un forum, inserire un vostro commento o parere. Quest’ultimo verrà pubblicato solo previa autorizzazione di un moderatore.

Per inviare le vostre foto meteo al sito, rimane attiva la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

In “Reportage Nevicate” è salita in prima posizione la possibilità di leggere le telecronache nevose fatte lo scorso Inverno sul sito: in basso, permarranno attivi i reportage sulla neve, sempre suddivisi anno per anno.

 

La sezione “Link” è stata modificata, ed adesso i siti amici di Paviameteo risultano meglio suddivisi rispetto a quanto non fossero prima.

 

Rimangono da sistemare diverse strutture, tra le quali il wrapper preesistente nella sezione “Dati in diretta”, il grafico della sezione “Temperature”, le modalità di scrittura degli articoli. Le analisi mensili torneranno invece a partire da Settembre.

 

Paviameteo ringrazia tutti i tecnici della Borderzone per il lavoro effettuato!

 

 

Commenta (0 Commenti)

Aggiornamento Flash sulla possibile evoluzione di domani

Commenta (0 Commenti)