La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Domenica 14 Aprile 2024, a cura di Gabriele Campagnoli

 

Domenica estiva: si sfiorano i 30 gradi!

 

Le immagini dal satellite meteosat

Buona Domenica a tutti!

Estate. Non si può definire in un altro modo la situazione che stiamo vivendo in questi tre-quattro giorni: minime vicine ai 15°C, zero termico a 4000 metri, ieri i valori pomeridiani si sono aggirati tra i 27° e i 28.5°C su tutta la pianura pavese. Caldo quindi anche in quota, fino a 21/23°C anche sopra i 1000 metri in Oltrepò.

E oggi farà un ulteriore gradino verso l'alto, per cui le massime potranno diffusamente superare i 28/29°C, chissa che qualche stazione meteo non possa gia registrare per qualche minuto i fatidici 30°! Insomma, sarà una Domenica di metà Giugno in piena regola.

Tuttavia è l'ultimo giorno, e già la maggior ventilazione sudoccidentale odierna ci indicherà che qualcosa sta per cambiare. L'Anticiclone sta per mollare la presa sul Mediterraneo e sull'Europa centro-orientale, lasciando spazio a una circolazione più fresca prevalentemente da nord e nord-ovest.

Sarà comunque un calo termico graduale, non irruento, e in prevalenza almeno fino a Mercoledì rimarrà stabile e soleggiato: domani ventilato e poco sopra i 25°, Martedì ancora sopra i 20°C ma giornata ventosa e limpida per Föhn.

A seguire un secondo impulso potrebbe sia portare un po' di instabilità inizialmente (da confermare), sia portare una fase ancor più fresca, ma di questo ne riparleremo nelle prossime chiacchierate.

Prima godiamoci quest'ultimo giorno di estate anticipata, che in settimana dovremo riabituarci a usare felpe e giubbini! Buona Domenica di nuovo!


Il Bollettino di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Gabriele Campagnoli

Domenica 14 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Altra giornata soleggiata, lievi velature a parte, con caldo in ulteriore intensificazione, pomeriggio estivo.

Temperature: min stabili, tra 11°/14°C, max in lieve aumento, attorno a 27°/30°C.

Zero termico: attorno ai 4000m.

Venti: deboli, ma dal pomeriggio entrata di vivace ventilazione da sud-ovest specie su Oltrepò e bassa Lomellina.

Lunedì 15 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Cieli sostanzialmente velati per tutta la giornata, ma con sole presente seppur ventilato.

Temperature: min in lieve aumento, tra 12°/16°C, max in lieve calo, attorno a 24°/27°C.

Zero termico: in graduale calo nel corso della giornata, fino ai 3400m in serata.

Venti: tra deboli e moderati da sud-ovest un po' ovunque.

Martedì 16 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Fino al pomeriggio cieli sostanzialmente sereni o poco nuvolosi, poi maggior nuvolaglia sterile. Ventoso e limpido.

Temperature: min in lieve calo, tra 10°/13°C, max in calo, attorno a 21°/24°C.

Zero termico: in ulteriore calo nel corso della giornata, fino ai 2200m in serata.

Venti: tra deboli e moderati di Föhn da nord.

Tendenza successiva

Afflusso di aria più fresca da nord-ovest per tutto il resto della settimana, con prevalenza di stabilità ma in un contesto termico ulteriormente più fresco del solito per il periodo. Da valutare nei prossimi aggiornamenti se c'è spazio per dell'instabilità.



Nessun picco, ma la durata è notevole

Come Gennaio ha saputo mostrare il suo lato gelido, come Maggio il suo essere costantemente instabile, anche Luglio sta esprimendo al meglio le sue potenzialità.

In questi primi 13 giorni del mese le temperature si sono mantenute sopra la media di circa 3°C: le massime hanno tenacemente stazionato sopra i 30°C, mentre le minime non sono mai scese sotto la soglia dei 20°C.

L'andamento termico a Pavia dei primi 13 giorni di Luglio '10

A Pavia non abbiamo mai raggiunto picchi elevatissimi, al punto che la massima annuale rimane ferma sotto i 34°C, con 33.6°C registrati Domenica 11: anche sul resto della provincia non si sono toccati valori molto al di sopra delle medie, con circa 35°C sulle aree a sud ed a est del pavese.

L’elevato tasso di umidità relativa ha certamente contribuito ad intensificare il disagio fisico, con temperature percepite che nella giornata di Domenica hanno superato i 40°C.

Il termine “temperatura percepita” è però un motivo di dibattito: in biometeorologia vengono utilizzati diversi indici che esprimono l’intensità del disagio fisico esposto ad un clima caldo-afoso.

Vi è ad esempio l’indice di disagio climatico di Thom (ID), che afferma cheLo Psicometro

ID = 0.4 (t + tw) + 4.8

Ove “t” è la temperatura all’asciutto dello psicrometro, e “tw” quella del termometro a bulbo bagnato. In generale, un ID superiore a 24 comporta l’inizio di un certo disagio, fino ad arrivare a 32, quando sono possibili colpi di calore.

Analogamente a questo, vi è l’indice di Scharlau per la sensazione di freddo, per il quale vanno ad interagire la temperatura dell’aria e l’intensità del vento.

L’impiego di questi indici, così come dell’Heat Index per la temperatura percepita, può però essere spesso strumento per incentivare il terrorismo mediatico.

La temperatura percepita dipende primariamente dalla costituzione della persona: a parità di Heat Index, una persona obesa avvertirà una sensazione di calore diversa da una magra, così come un ragazzo ne avvertirà una diversa da un’anziana.

Un caucasico sentirà più caldo rispetto ad un mediterraneo; un soggetto con umore elevato sentirà certamente meno caldo rispetto ad un altro con uno stato psicologico di basso profilo. E così via.

La sensazione di calore è dunque un qualchecosa di estremamente soggettivo, che varia da persona a persona ed anche all’interno della stessa persona riscontra ampie oscillazioni.

Facendo riferimento a quanto detto fino adesso, non si può parlare di temperature eccezionali né di ondate di caldo eccezionalmente intense.

Quello che invece è da sottolineare, e può rientrare in un discorso di eccezionalità, è la continuità temporale dell’ondata di caldo: finora non abbiamo registrato alcun tipo di rinfrescata, tale almeno da poter regalare una sensazione di fresco durante le ore notturne.

A parte una brevissima diminuzione del campo termico il giorno 8, con una massima in città fermatasi a 30.7°C, Luglio ha registrato una persistenza di valori sopranorma, che possiamo allargare anche agli ultimi giorni di Giugno.

Considerando la tendenza prevista, possiamo affermare che tale fase calda potrebbe perdurare ancora per una settimana, raggiungendo i 20-22 giorni di piena attività.

Questa perpetuità, ma solo questa, si può considerare eccezionale per il periodo.

Commenti offerti da CComment