La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Giovedì 13 Giugno 2024, a cura di Gabriele Campagnoli

 

Pausa stabile dopo i nubifragi, fresco notte e mattino

 

Le immagini dal satellite meteosat

Un cordiale buongiorno a tutti!

Giornata di passione anche ieri per quanto riguarda la cronaca meteorologica sul territorio: forti temporali nel pomeriggio hanno interessato buona parte della pianura pavese a nord del Po e l'Oltrepò orientale, con grandinate e downburst (vento forte e acqua nebulizzata orizzontale, con riduzioni di visibilità).

Particolarmente colpite le aree tra Robbio e il vicino Alessandrino, con accumuli di grandine al suolo, e a nord/nordest del capoluogo con raffiche di vento superiori ai 70 km/h (segnalati danni a Giussago). Nelle zone più colpite sono stati accumulati tra i 25 e i 45 mm di pioggia in una manciata di minuti.

Mi preme sottolineare come nella chiacchierata di ieri mattina abbia parlato erroneamente di fenomeni meno intensi rispetto a quelli occorsi Martedì sera, cosa che abbiamo visto non è stata, anzi tutt'altro. Molto probabilmente il maggior soleggiamento (massime tra 24 e 26 gradi invece dei 20/23° previsti) ha contribuito ad aumentare l'energia a disposizione per i temporali.

Ora un po' di "meritata" pausa, dividendosi in varie fasi. Oggi e domani risentiremo dell'afflusso di aria più fresca e asciutta che segue la perturbazione: due giornate tra sole e innocui passaggi nuvolosi ma non particolarmente calde, con massime entro i 24/26°C e minime fresche inferiori ai 15°C. Da segnalare domani l'entrata di una vivace ventilazione sud-occidentale da metà pomeriggio, specie su Lomellina e Oltrepò.

A seguire la dinamica decisiva che potrà portare il primo caldo fastidioso anche da noi: una vasta saccatura atlantica è prevista affondare al largo del Portogallo, la naturale conseguenza è l'estensione dell'Anticiclone di matrice africana verso l'Italia con la risalita di masse d'aria molto calde.

Tuttavia, come già dicevo ieri, è ancora presto per capire l'esatta evoluzione, se ci prenderà in pieno, se resteremo ai margini o se si tratterà di un'onda calda mobile di pochi giorni. La cosa che appare ormai certa è che nella prossima settimana la fatidica soglia dei 30°C la supereremo agilmente per la prima volta dell'anno.

Di nuovo una buona giornata!


Il Bollettino di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Gabriele Campagnoli

Giovedì 13 Giugno 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Fino a metà mattinata residui banchi nuvolosi, poi giornata più soleggiata e tranquilla.

Temperature: min in lieve ulteriore calo, tra 13°/15°C, max stabili, tra 22°/24°C.

Zero termico: in calo fin sui 2500m, in forte rialzo dalla serata.

Venti: deboli variabili, tendenti orientali, con rotazione a sudovest dopo il tramonto.

Venerdì 14 Giugno 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Giornata soleggiata col transito di innocue velature o strati nuvolosi sottili ad alta quota.

Temperature: min in lieve calo, tra 12°/14°C, max in aumento, tra 24°/26°C.

Zero termico: in forte aumento, fin sui 3500m.

Venti: deboli variabili, tendenti a disporsi da sud-ovest su Oltrepò e Lomellina con raffiche moderate.

Sabato 15 Giugno 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Tra sole e passaggi nuvolosi per tutta la giornata.

Temperature: min in lieve aumento, tra 13°/16°C, max in aumento, tra 25°/27°C.

Zero termico: sui 3200m.

Venti: da deboli a moderati tendenti da sudovest dal pomeriggio.

Tendenza successiva

A seguire l'affondo di una vasta saccatura atlantica verso il Portogallo potrebbe favorire la risalita di un promontorio anticiclonico africano verso l'Italia, con il primo vero caldo della stagione anche da noi. Evoluzione da confermare, ancora incerta effettiva intensità e durata.



Ecco le aree maggiormente a rischio in provincia

Come sappiamo, la conformazione e l'orografia della nostra provincia rendono particolarmente difficili le previsioni a livello locale. Tra Lomellina, Pavese ed Oltrepò, sono state osservate in questi anni moltissime differenze microclimatiche.

A fronte delle piogge attese su tutta la nostra provincia, decisamente inferiori rispetto a quelle previste per Verbano-Cusio-Ossola, Canton Ticino, Varesotto, Comasco, Lecchese, Valtellina, Orobie, Garda, Triveneto, Toscana e Lazio, è comunque buona norma indicare quali sono le aree provinciali più a rischio per dissesti idrogeologici.

Tra gli altri, i comuni della comunità montana dell'Oltrepò sono quelli più a rischio.

In queste zone si ritrovano principalmente 2 tipi di suolo:

- alta collina e fascia appenninica

- bassa e media collina

I primi si ritrovano lungo i versanti dell'alta Valle Staffora e della Valle Tidone: qui l'alternarsi di marne ed arenarie molto friabili è causa di erosione ed instabilità dei versanti, con frequenti episodi franosi.

La bassa e media collina sono costituite da rocce marnose con un'elevata predisposizione al dissesto e alla franosità.

I fenomeni erosivi, si presentano con notevoli differenze in relazione all’assetto geologicostrutturale del territorio, variabile tra la fascia collinare e quella montana. Nella zona collinare settentrionale, la morfologia e la composizione del terreno, prevalentemente argillosa o argillosomarnosa, fanno in modo che al fenomeno erosivo si accompagnino spesso altre calamità, come, ad esempio, gli smottamenti. Nella fascia montana sono invece più comuni le frane da crollo o gli scivolamenti.

Sono state identificate 9 aree dell'Oltrepò pavese ad elevato rischio di dissesto idrogeologico:

LOCALITA'/CORSO D'ACQUA COMUNE
1 Valle Staffora Bagnaria
2 Livelli
3 Sanguignano Montesegale
4 Vignola Pontenizza
5 Gabbione, Casale Romagnese
6 SP40, Bersanino S. Margh. Di Staffora
7 Cignolo
8 Poggio Ferrato Val di Nizza
9 Case Lillini, Lella Varzi

Oltre a questi, sono da citare Fortunago, Menconico, Godiasco, Cecima, Brallo di Pregòla.

Si raccomanda pertanto massima attenzione allo stato del terreno in queste aree.

In caso avvistiate aree particolarmente a rischio durante gli episodi piovosi, potete contattare il Gruppo Lomellino di primo Intervento al numero 333/3777040.

 

Commenti offerti da CComment