La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Domenica 14 Aprile 2024, a cura di Gabriele Campagnoli

 

Domenica estiva: si sfiorano i 30 gradi!

 

Le immagini dal satellite meteosat

Buona Domenica a tutti!

Estate. Non si può definire in un altro modo la situazione che stiamo vivendo in questi tre-quattro giorni: minime vicine ai 15°C, zero termico a 4000 metri, ieri i valori pomeridiani si sono aggirati tra i 27° e i 28.5°C su tutta la pianura pavese. Caldo quindi anche in quota, fino a 21/23°C anche sopra i 1000 metri in Oltrepò.

E oggi farà un ulteriore gradino verso l'alto, per cui le massime potranno diffusamente superare i 28/29°C, chissa che qualche stazione meteo non possa gia registrare per qualche minuto i fatidici 30°! Insomma, sarà una Domenica di metà Giugno in piena regola.

Tuttavia è l'ultimo giorno, e già la maggior ventilazione sudoccidentale odierna ci indicherà che qualcosa sta per cambiare. L'Anticiclone sta per mollare la presa sul Mediterraneo e sull'Europa centro-orientale, lasciando spazio a una circolazione più fresca prevalentemente da nord e nord-ovest.

Sarà comunque un calo termico graduale, non irruento, e in prevalenza almeno fino a Mercoledì rimarrà stabile e soleggiato: domani ventilato e poco sopra i 25°, Martedì ancora sopra i 20°C ma giornata ventosa e limpida per Föhn.

A seguire un secondo impulso potrebbe sia portare un po' di instabilità inizialmente (da confermare), sia portare una fase ancor più fresca, ma di questo ne riparleremo nelle prossime chiacchierate.

Prima godiamoci quest'ultimo giorno di estate anticipata, che in settimana dovremo riabituarci a usare felpe e giubbini! Buona Domenica di nuovo!


Il Bollettino di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Gabriele Campagnoli

Domenica 14 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Altra giornata soleggiata, lievi velature a parte, con caldo in ulteriore intensificazione, pomeriggio estivo.

Temperature: min stabili, tra 11°/14°C, max in lieve aumento, attorno a 27°/30°C.

Zero termico: attorno ai 4000m.

Venti: deboli, ma dal pomeriggio entrata di vivace ventilazione da sud-ovest specie su Oltrepò e bassa Lomellina.

Lunedì 15 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Cieli sostanzialmente velati per tutta la giornata, ma con sole presente seppur ventilato.

Temperature: min in lieve aumento, tra 12°/16°C, max in lieve calo, attorno a 24°/27°C.

Zero termico: in graduale calo nel corso della giornata, fino ai 3400m in serata.

Venti: tra deboli e moderati da sud-ovest un po' ovunque.

Martedì 16 Aprile 2024

Mattina Pomeriggio Sera

Fino al pomeriggio cieli sostanzialmente sereni o poco nuvolosi, poi maggior nuvolaglia sterile. Ventoso e limpido.

Temperature: min in lieve calo, tra 10°/13°C, max in calo, attorno a 21°/24°C.

Zero termico: in ulteriore calo nel corso della giornata, fino ai 2200m in serata.

Venti: tra deboli e moderati di Föhn da nord.

Tendenza successiva

Afflusso di aria più fresca da nord-ovest per tutto il resto della settimana, con prevalenza di stabilità ma in un contesto termico ulteriormente più fresco del solito per il periodo. Da valutare nei prossimi aggiornamenti se c'è spazio per dell'instabilità.



Gli Italiani in vetta con la meteo!

Grazie aGli alpinisti italiani Silvio Mondinelli, Michele Enzio e Marco Confortola

Italiani piazzano sull'Everest
la stazione meteo più alta al mondo

L'impianto è stato montato, con grandi difficoltà, al colle sud, a circa 8.000 metri di quota

AOSTA - Nel mezzo di una violenta bufera, gli alpinisti italiani Silvio Mondinelli, Marco Confortola e Michele Enzio hanno installato una stazione meteorologica a Colle Sud, a 8.000 metri di quota, senza l’utilizzo di ossigeno. La stazione è destinata a diventare la più alta in funzione al mondo.

  

IL PROGETTO - L'installazione della stazione meteo rientra nell'ambito del progetto «Share Everest 2008», guidato da Agostino Da Polenza e promosso dal comitato Ev-K2-Cnr. È anche prevista l'installazione di un sensore per rilevare la temperatura sulla vetta del Monte Everest (8.848 sul livello del mare). La stazione al colle sud - dedicata a sir Edmund Hillary, primo scalatore dell'Everest, scomparso nel gennaio scorso - sarà collegata ad altre stazioni «Share» che si trovano a 3.560 metri, a 4.258 metri, a 2.660 metri e a 5.079 metri (alla Piramide del Cnr), sempre in Nepal. Mondinelli e Enzio sono residenti ad Alagna Valsesia (Vercelli), Confortola a Santa Caterina Valfurva (Sondrio): tutti hanno alle spalle varie ascensioni in Himalaya, in particolare Mondinelli che è uno dei pochi uomini al mondo ad aver scalato tutti i 14 ottomila della Terra.

IL RACCONTO - Il primo ad arrivare è stato Mondinelli, che ha individuato il luogo migliore per l’installazione e ha iniziato a lavorare nonostante la bufera a 50 chilometri orari che ostacolava i movimenti e la respirazione. «E' stata dura ma ce l'abbiamo fatta – ha detto Mondinelli -. Siamo mezzi congelati, ma abbiamo montato la stazione a Colle Sud, a 8mila metri di quota, in circa un'ora e mezza. La bufera ci ha messo in difficoltà ma abbiamo fatto bene a tener duro».

I PRIMI DATI - Ecco, per gli appassionati, i primi parametri rilevati alle 16 ora locale durante la prima connessione automatica: temperatura esterna -17°, umidità 41.3 millibar, pressione 382.1 millibar, vento direzione 262.8, vento intensità 12.8 metri secondo, radiazione solare 711.9 watt a metro quadrato, temperatura interna stazione meno 8.7 gradi, ultravioletti canale A 30.4 watt a metro quadrato.

Fonte: www.corriere.it

Commenti offerti da CComment