Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 52 visitatori online

Visitatori



OggiOggi385
IeriIeri662
TotaliTotali3311961

Alba e tramonto a Pavia

sab 20 luglio 2019
il sole sorge alle 04:55
il sole tramonta alle 20:04
Il commento al mese di Aprile 2011 PDF Stampa E-mail

Dopo il 2007, un altro Aprile record!

Le Temperature:

L’Aprile del 2011 resterà senz’altro negli annales della meteorologia provinciale: con 17.0°C di media, questo mese ha chiuso con uno scarto termico di +4.3°C!

La prima decade è quella record: solo 2 mattine riescono a registrare minime sotto i 10°C. Le massime sono un delirio per il periodo: il giorno 7 si toccano i 28.6°C, mentre l’8 i 30.5°C. L’apice della grande ondata di caldo, provocata dall’anomala posizione dell’alta pressione sub-tropicale ad ovest della nostra penisola, con massimi barici sulla Francia, e con inserimento di secche correnti nord-occidentali al nord-ovest, viene raggiunto il giorno 9, quando Pavia registra un valore eccezionale per la climatologia di Aprile, e cioè una massima di 32.5°C. Degna delle grandi ondate di caldo di piena Estate!

La seconda decade vede invece un raffreddamento medio di oltre 3°C: tra il 12 ed il 13 moderati venti di Foehn, stavolta caratterizzati da aria decisamente più fresca d’estrazione polare-marittima, spazzano la nostra provincia, arrecando una sensibile diminuzione delle temperature.

Il giorno 14 il temporaneo ingresso di correnti più umide sud-orientali arreca qualche pioggia, con una massima che non va oltre i 13.7°C! In sostanza, nel giro di 5 giorni la temperatura diurna perde quasi 20°C!

La terza decade vede un recupero di un paio di gradi, pur mantenendosi termicamente inferiore alla prima: le minime rimangono tutte sopra i 10°C, mentre le massime non superano mai quota 25°C: negli ultimi giorni una fase un po’ più instabile arreca una temporanea diminuzione termica, ma ormai poco significativa ai fini del conteggio mensile.

Infatti, facendo riferimento alla media OMM [1971-2000], ne risulta che questo Aprile 2011, per Pavia, è risultato superiore alle aspettative di oltre 4°C: un valore che lo porta ad inserirsi nei canoni dell’eccezionalità.

Parimenti, se si considera la media storica [1862-2011], e ci si aiuta con la terminologia dei percentili, emerge che questo Aprile occupa il 99.7°mo percentile, dietro solo al 100°mo percentile occupato dall’Aprile del 2007.

L'andamento termico giornaliero dell'Aprile 2011 a Pavia


Per quanto riguarda l'andamento termico provinciale, ecco la distribuzione delle temperature massime e minime in provincia di Pavia.

Nelle massime, oltre alle solite differenze tra pianura ed Oltrepò, fortemente ravvisabili dai diversi colori, si nota una certa linearità: solo le aree a nord di Pavia, e poco ad ovest di Bornasco e Siziano, hanno goduto di una media mensile di pochi decimi inferiori alle altre zone.

Le temperature dell'Aprile 2011 nella provincia di Pavia






Nelle minime
, invece, risulta fortemente in evidenza la diversa orografia del nostro territorio: in primo luogo, si può osservare il clima più fresco delle aree di campagna, quali quelle della zona di Casorate Primo, della bassa Lomellina, delle aree oltre il Ponte di Bressana, del settore orientale.
Tradizionalmenta più calde, specie per la vasta cupola urbanizzativa, l'area vicino alla città, ed estesa fino ad oltre Cava Manara.
In secondo luogo, è nettamente apprezzabile la differenza termica tra le aree vallive e le creste delle colline che separano la valle Staffora dalla valle Scuropasso: mentre nell'area attorno a Borgo Priolo le temperature notturne hanno spesso registrato valori decisamente bassi, le creste delle colline hanno risentito di un effetto favonico piuttosto marcato, con temperature elevate e tassi d'umidità sotto i tacchi.

Le temperature minime dell'Aprile 2011 nella provincia di Pavia


Le piogge:

Ben poco da dire sul fronte delle precipitazioni.

Durante la prima decade non cade nemmeno 1 goccia di pioggia: merito dell’insistenza e della disposizione delle aree anticicloniche alle nostre latitudini.

Nella seconda decade cadono 3 gocce di pioggia il giorno 14, e nulla più.

La terza decade mostra invece una maggiore dinamicità, con qualche evento instabile, puramente di stampo temporalesco, specie durante gli ultimi 4 giorni.

L'andamento giornaliero delle piogge di Pavia durante l'Aprile 2011


Davvero significativa è stata la totale mancanza delle perturbazioni atlantiche, foriere di precipitazioni, che normalmente dovrebbero transitare dal medio Atlantico, al golfo di Biscaglia, all’Iberia al Golfo del Leone durante l’inizio della stagione primaverile.

Mai nemmeno verificatasi la situazione da “Genova Low”, capace di far transitare molti nuclei piovosi in direzione di Piemonte orientale e Lombardia occidentale, e questo per la lacunosità degli affondi nord-atlantici, spesso "murati" dalla presenza dell'alta pressione.

Un po’ come avvenuto nelle temperature, Aprile 2011 è stato anche il 2° più secco del nuovo millennio, solo dietro il famigerato 2007: per risalire poi ad un Aprile così poco piovoso, è necessario spingersi al 1980.

Più in generale, l’Aprile 2011 ha mostrato un gap pluviometrico pari a -83.3%: sempre con l’ausilio della serie storica [1813-2011], risulta che questo mese occupa il 5° percentile, il che lo porta a definirsi un mese eccezionalmente sottomedia dal punto di vista delle precipitazioni.

Analizzando l'andamento pluviometrico provinciale dell'intero mese, non si osservano significative differenze: solo il settore orientale della provincia ha potuto godere di qualche rovescio temporalesco più consistente, mentre la bassa Lomellina e soprattutto il settore a NE di Pavia sono rimasti pressoché all'asciutto, con accumuli inferiori ai 6-8mm!

Le precipitazioni del mese di Aprile 2011 in provincia di Pavia



I Venti:

Nel solito duello tra ENE e SW, stavolta la spunta il secondo: per pochi punti percentuali, il vento sud-occidentale ha la meglio sull’ENE e sul NE.

Molto frequente è stata la disposizione dai quadranti orientali: l'EST ha guadagnato il 9.24%, mentre l'ESE ha insolitamente raggiunto la 4° piazza, con l'8.58%, sorpassando l'WSW, quinto, a 6.10%.

La disposizione sud-orientale è riuscita addirittura a battere quella dai quadranti nord-occidentali per un punto percentuale: si salva solo il NNW, con una frequenza del 3.50%.

La Rosa dei venti di Aprile 2011 a Pavia

Da segnalare anche 2 giornate di Foehn piuttosto moderato tra il 12 ed il 13, con vettore prevalente da NNW: nella sera del 12 il vento di caduta tocca i 41.3 km/h, mentre nella notte del 13, esattamente all’1.44, vengono sfiorati i 50 km/h.


<MARZO 2011< >MAGGIO 2011>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it