Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 33 visitatori online

Visitatori



OggiOggi536
IeriIeri989
TotaliTotali3385789

Alba e tramonto a Pavia

mer 16 ottobre 2019
il sole sorge alle 06:40
il sole tramonta alle 17:37
Il commento al mese di Gennaio 2011 PDF Stampa E-mail

Gennaio '11 con poche piogge e clima non freddo

Temperature:

Il primo mese del 2011 a Pavia termina con uno scarto termico positivo: a fronte degli 1.66°C medi della serie storica [1971-2000], questo mese chiude i battenti con un gap di +0.67°C.

La prima decade trascorre senza grosse emozioni, con soli due episodi di nebbia il giorno 2 ed il 5: essa è stata discriminante dal punto di vista termico, poiché le aree maggiormente colpite dalle riduzioni di visibilità hanno potuto godere di temperature assai più basse.

La seconda decade è la più calda dell’intero mese: il giorno 11 la massima raggiunge i 9.1°C, mentre in seguito le condizioni anticicloniche portano una lenta ma graduale diminuzione termica, con le minime che tornano sottozero il giorno 17.

Da qui si apre una serie consecutiva di 10 minime sottozero, i cui valori tendono ulteriormente a raffreddarsi durante la terza decade: le massime rimangono invece attorno ai 5°/7°C, a parte i 2.4°C del 25 regalati dalla resistenza degli strati nebbiosi.

Negli ultimi giorni le minime tornano soprazero, con scarsa escursione termica per via della copertura nuvolosa.

Nel complesso, il Gennaio di Pavia ha chiuso con una media di 2.3°C: essa è stata superiore di 2 decimi alle medie delle vicine Zeccone e Cava Manara, mentre è risultata assai inferiore all’area di Corteolona, la quale ha chiuso con una media superiore di circa mezzo grado. Vigevano ha avuto un campo termico identico a quello di Pavia, mentre la restante parte della Lomellina ha registrato valori medi inferiori di circa mezzo grado rispetto al capolouogo ducale.

Aiutandoci con la terminologia dei percentili, il Gennaio 2011 pavese si piazza in posizione 73°ma: reputando in media i valori compresi tra 25 < x < 75, emerge che si può considerare questo mese all’interno delle medie, seppur vicino ad un estremo superiore.

L'andamento termico del mese di Gennaio 2011 a Pavia


Piogge:

Dopo 4 mesi consecutivi con precipitazioni molto abbondanti, Gennaio tira il freno a mano e registra una pluviometria inferiore alla norma del 40.8%.

La prima decade trascorre con qualche precipitazione, specie nella seconda metà: il giorno 10 una buona piovuta accumula oltre 10mm, con le gocce che cadono anche sulle vette più elevate dell’Oltrepò.

La seconda decade ha gli estremi piovosi ed il mezzo decisamente secco: l’11 ed il 20 cade qualche millimetro, mentre nei giorni all’interno sono le nebbie a prevalere, con i conseguenti accumuli da 0.2mm.

La terza decade è secca, ma viene salvata dai giorni finali, durante i quali una perturbazione giunta in zona Cesarini arreca nubi diffuse e precipitazioni sparse, per lo più a carattere nevoso fino a quote prossime la pianura.

L'andamento pluviometrico del mese di Gennaio 2011 a Pavia

Sottomedia in relazione alla serie 1971-2000, il Gennaio 2011 è sottomedia anche prendendo in considerazione la serie a più ampia scala [1812-2010]: in questo contesto si piazza al 36°mo percentile, valore non fortemente anomalo ma comunque ben sotto la mediana.


Nevicate:

Con un colpo di coda finale, Gennaio ’11 riesce ad accumulare qualche cm di neve. Gran parte del mese, infatti, è trascorsa sotto condizioni pienamente anticicloniche, con le nebbie che hanno fatto davvero da protagoniste.

Il giorno 20 abbiamo avuto una buona occasione per vedere i fiocchi, ma il ritardo delle precipitazioni rispetto alla tabella di marcia ha compromesso la colonna termoigrometrica, con l’afflusso di aria calda che ha permesso alla neve di cadere solo sopra i 1100m.

Tra il 29 ed il 30, invece, una perturbazione mediterranea ha convogliato aria umida meridionale sopra uno strato di aria artica continentale, clamorosamente subentrata in Val Padana tra il 25 ed il 28. Il mix delle due diverse tipologie di masse d’aria ha promosso la caduta di nevicate fino a quote di pianura, con Pavia che ha accumulato 4.0cm di neve molto bagnata.

Si è trattato dell’unico episodio nevoso mensile.


Venti:

Netta prevalenza del SW, che conquista oltre il 17% della frequenza mensile: in seconda posizione l’ENE, con poco più dell’11%, seguito dal NE, fermo al 10.5%.

Fanalino di coda il SE, con appena lo 0.48%.

La rosa dei venti del mese di Gennaio 2011 a Pavia




<DICEMBRE 2010<                                                                      >FEBBRAIO 2011>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it