Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 19 visitatori online

Visitatori



OggiOggi401
IeriIeri1063
TotaliTotali3436746

Alba e tramonto a Pavia

sab 07 dicembre 2019
il sole sorge alle 07:48
il sole tramonta alle 16:41
Il commento al mese di Dicembre 2010 PDF Stampa E-mail

Dicembre freddo, con molte piogge ma scarse nevicate


LE TEMPERATURE:

L’ultimo mese del 2010 chiude con uno scarto termico inferiore alle aspettative di -0.98°C. Con esso, il 2010 (vedi l’analisi annuale) risulta il primo anno del nuovo millennio caratterizzato da un maggior numero di mesi termicamente sottomedia (7) rispetto a quelli termicamente sopramedia (5).

La prima decade si mostra subito piuttosto dinamica, con temperature che si mantengono nella norma: per 5 mattine la colonnina di mercurio scende sottozero, mentre la massima più elevata raggiunge i 13.2°C il giorno 9 per merito dell’incursione di moderate correnti favoniche.

La seconda decade è decisamente fredda: l’ondata di aria artica-continentale fa avvertire i suoi effetti, e per 9 mattine su 10 la temperatura scende abbondantemente sottozero: dopo un excursus a 10.8°C il giorno 13, si apre una fase di oltre 72 ore consecutive di ghiaccio tra il 15 ed il 17, quando estesi episodi di galaverna imbiancano gran parte della nostra provincia. La minima assoluta viene raggiunta il giorno 18, con -6.3°C.

La terza decade vede un rientro a condizioni di tempo meno freddo, nell’ordine dei 2 gradi e mezzo in più: solo 4 volte su 11 la temperatura minima riesce a scendere sottozero, con il picco più elevato raggiunto nella notte di Natale, quando la colonnina non va oltre i 6.1°C di minima (quasi l’inverso del giorno 18). Tra il 27 ed il 29 la nebbia e le inversioni termiche ci regalano gelate estese, seguite poi da un sensibile rialzo termico.

Complessivamente, la severa ondata di gelo della seconda decade ha trascinato il mese a chiudere sottomedia: se con la serie 1971-2000, il campo termico risulta essere inferiore di circa un grado, la serie storica 1862-2010 ci può fornire indicaizoni utili di lungo periodo, per mezzo dell’utilizzo dei percentili:

Con una media di 1.50°C, la temperatura media di Gennaio 2010 si colloca al 32°mo percentile, per cui nel range di normalità compreso tra il 25°mo ed il 75°mo: essendo comunque inferiore alla mediana di parecchi punti percentuali, è da considerare un mese lievemente sottomedia termica.

L'andamento termico del mese di Dicembre 2010 a Pavia


LE PIOGGE:

Anche il mese di Dicembre presenta un numero ed una quantità di precipitazioni ben oltre la norma, seguendo la via intrapresa dai mesi precedenti.

La prima decade è dominata dall’Atlantico, il quale regala brevi spunti nevosi intervallati da piogge sparse: l’evento più significativo viene raggiunto il giorno 1, con oltre 14.0mm.

La seconda decade è molto secca, anche per via dell’intensa ondata di freddo: in totale cadono 0.8mm, in gran parte racimolati da blande fioccate sparse tra il 17, il 19 ed il 20.

La terza decade è quella più piovosa: l’approfondimento di una vasta area depressionaria sull’Italia centrale veicola nuclei precipitativi in direzione del nord-Italia: tra il 21 ed il 26 cadono oltre 80mm in città, con il giorno più piovoso il 23, quando si accumulano 32.6mm nelle sole 24 ore.

Con oltre 120mm accumulati, il Dicembre 2010 ha registrato più precipitazioni del previsto, nell’ordine del +89.8% facendo riferimento alla serie 1971-2000.

Con quella più a larga scala, emerge come tale valore occupi l’88°mo percentile, il che conferma la maggiore piovosità di questo mese rispetto alla media storica.

L'andamento pluviometrico del mese di Dicembre 2010 a Pavia


LE NEVICATE:

Tanti giorni con fiocchi sparsi, ma nessuna, vera nevicata. Si può così ben sintetizzare l’andamento di questo Dicembre 2010.

Il giorno 1 cadono 3.5cm dopo un evento piovoso piuttosto duraturo. Tra il 5 ed il 6 Dicembre cadono altri 5.0cm di neve fresca, di maggiore qualità rispetto a quella del primo giorno del mese.

Successivamente si alternano brevi fioccate sparse, che talvolta accumulano all’incirca 0.3cm: vengono registrati fiocchi a Pavia il 17, il 19, il 20, il 21 ed il 26, eventi che nella loro globalità non riescono ad accumulare 1cm.

Parlando un attimo di circolazione, possiamo affermare che questo Dicembre sia stato quello delle occasioni perse: sia la disposizione barica, sia il profilo verticale termo-igrometrico, sono stati più volte estremamente favorevoli alla caduta della neve, ma la mancanza delle precipitazioni, oppure il loro ritardo, ha avvantaggiato gran parte delle altre aree italiane, in primis le regioni Adriatiche, che hanno fatto i conti con accumuli superiori ai 40cm anche lungo le coste!

A Pavia ci accontentiamo dei 9.4cm totali mensili.


I VENTI:

L'ultimo mese del 2010 vede una certa ripresa della ventilazione da SW, che batte l'ENE di quasi 7 punti percentuali: in effetti i vettori dominanti sono quasi sempre risultati dai quadranti occidentali, con l'WSW ed il SSW che hanno guadagnato parecchio terreno.
Solita assenza dei venti dal 4° quadrante, con ESE, SE e SSE che si sono presentati assai sporadicamente.

La rosa dei venti di Dicembre 2010 a Pavia


<NOVEMBRE 2010<                                                                                            >GENNAIO 2011>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it