Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 17 visitatori online

Visitatori



OggiOggi144
IeriIeri674
TotaliTotali3474864

Alba e tramonto a Pavia

mer 22 gennaio 2020
il sole sorge alle 07:53
il sole tramonta alle 17:16
Il commento al mese di Marzo 2010 PDF Stampa E-mail

E' successo di tutto

Che il mese di Marzo sia uno tra i più variabili dell’anno è noto da tempo, come testimoniato dal famoso proverbio. Quest’anno non ci siamo fatti mancare proprio nulla: piogge, nevicate, estese gelate, venti forti, cieli limpidi, massime oltre i 20°C e temporali.

TEMPERATURE:

Il campo termico del Marzo ’10 è risultato pressoché nella normale media degli ultimi 50 anni; precisamente, è trascorso con temperature inferiori alle medie del periodo di circa -0.38°C.

La prima decade è già fortemente variabile: ai 17.4°C del giorno 2 seguono giornate piuttosto fredde, a causa dell’ingresso di aria Artica avvenuta per mezzo di venti di Foehn, che il giorno 5 superano i 40km/h su tutta la provincia. Essi spianano la strada all’evento nevoso del 9-11 Marzo, che porterà con sé ben 5 minime consecutive sottozero. Le temperature registrano valori decisamente sottomedia, con una media min di 1.18°C ed una media max di 7.88°C.

La seconda decade vede una fisiologica tendenza al rialzo termico: le giornate risultano spesso serene, con una massima assoluta di 16.8°C il giorno 16. Le medie decadali registrano 3.17°C per le minime, 13.02°C per le massime.

Durante la terza decade s’impone un clima primaverile, con 3 minime sopra i 10°C (giorni 23, 25 e 26) ed una massima sopra i 20°C (giorno 28). La media delle minime sale a 8.62°C, così come si eleva quella delle massime, a 16.43°C.

L'andamento termico del mese di Marzo 2010 a Pavia


Globalmente, potremmo così riassumere l’andamento del mese:

  • 1° Decade: Fortemente sottomedia
  • 2° Decade: In media
  • 3° Decade: Moderatamente sopramedia

In linea di massima viene confermato il trend di Gennaio e Febbraio, caratterizzato da una certa compensazione termica tra la prima decade e la terza decade del mese.

Esaminando le medie del nuovo millennio, il nostro Marzo ’10 è il 2° più freddo dopo quello del 2004, a pari merito con quello del 2006.

Valutando invece la media presa come riferimento dall’Organizzazione Mondiale della Meteorologia, 1971-2000, emerge uno scostamento di -0.38°C, per cui in linea con le aspettative.

Per ultima, prendendo in considerazione la serie storica 1861-2010 giochiamo con i percentili: emerge che il valore medio di 8.52°C costituisce il 53°mo percentile, il che implica un campo termico decisamente all’interno della media.
 

PIOGGE:

Come Gennaio e Febbraio, anche Marzo 2010 ha registrato più precipitazioni della norma: a fronte di una media di 63mm, ne sono caduti una decina in più.

Nella prima decade l’Atlantico regala una buona piovuta tra il 3 ed il 5, con temperature massime che sfiorano i 10°C. Il 5 una bordata d’aria Artica Continentale subentra dalla porta del Foehn, seccando a dovere l’aria e preparando il terreno per la successiva perturbazione.

Questa giunge il pomeriggio del 9, quando inizia una delle più spettacolari nevicate del mese di Marzo, di cui parleremo poco sotto.

La seconda decade è invece anticiclonica e secca, con diversi episodi di nebbia: la spinta delle correnti occidentali ritorna il giorno 20, ed insiste per i primi 3 giorni della terza decade, quando cadono circa 28mm.

Dopo piogge e nevicate, il giorno 30 si presenta un ottimo temporale, con un’intensità dei fenomeni superiore ai 140mm/h.

Tale evento chiude un mese assai dinamico dal punto di vista delle precipitazioni.

L'andamento pluviometrico del mese di Marzo 2010 a Pavia 

LE NEVICATE

A volte ritornano, a volte fanno pure il botto: è successo quest’anno, con il mese di Marzo più nevoso del nuovo millennio.

Verso le 16 di martedì 9 Marzo, i nuclei precipitativi in risalita dal Ligure abbordano la città, e regalano una nevicata spettacolare, accompagnata da raffiche gelide da EST che fanno percepire una temperatura attorno ai -3°C.

Dalle 16 alle 24 accumuliamo 12.0cm.

Nella notte tra il 9 ed il 10 la nevicata prosegue in modo moderato, con alcuni momenti di forte intensità: l’accumulo giornaliero tocca i 17cm verso le 11, con il manto che inizia a compattarsi.

Tra pomeriggio e sera la nevicata tende ad attenuarsi, ma nella notte tra il 10 e l’11 un altro rovescio nevoso ci regala altri 2.5cm.

Complessivamente, Pavia accumula 33.5cm, in quella che passa alla storia come la nevicata più intensa del mese di Marzo: vediamo un breve confronto con gli stessi mesi degli anni passati:

Con una media di 1 nevicata ogni 3-4 anni, quella del 2010 è stata la più abbondante, ben superiore a quella del 2005 e del 2001.

Il confronto delle nevicate nei mesi di Marzo dal 2000 ad oggi 

I VENTI:

La rosa dei venti del mese di Marzo 2010 a Pavia

L’inverno parla ancora da SW: dopo il 19.3% di Gennaio e Febbraio, il vento sud-occidentale cala un po’ la sua frequenza a Pavia, ma mantiene il 1° posto, con il 14.2%. Sale in seconda piazza l’ENE, che guadagna punti (forse iniziando ad avvertire il cambiamento di circolazione primaverile), e sorpassa l’WSW, terzo.

 
<FEBBRAIO 2010<                                                                  >APRILE 2010>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it