Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 20 visitatori online

Visitatori



OggiOggi166
IeriIeri674
TotaliTotali3474886

Alba e tramonto a Pavia

mer 22 gennaio 2020
il sole sorge alle 07:53
il sole tramonta alle 17:16
Il commento al mese di Febbraio 2010 PDF Stampa E-mail

Temperature sottomedie e piogge quasi record!

Rinfreschiamoci un po' andando a sbirciare cosa accadde nello scorso mese di Febbraio. Complessivamente, è risultato un mese assai piovoso, e con campo termico di poco inferiore alla media.

LE TEMPERATURE:

Il secondo mese del 2010 termina anch’esso sottomedia termica: il gap registrato è di -0.48°C rispetto alla media calcolata dal 1971 al 2000.

La prima decade trascorre sotto condizioni pienamente invernali: le mattinate sono gelide, con minime che in città scendono sotto i -4°C: il giorno 1 Pavia registra ben -4.9°C, il giorno dopo -4.3°C.

Dopo l’episodio nevoso del giorno 5, il freddo continua a fare la voce grossa, facendo registrare addirittura una giornata di ghiaccio il giorno 8, con una massima che non va oltre lo -0.1°C.

Complessivamente, la prima decade chiude i battenti con una media termica di 0.71°C.

La seconda decade vede una maggiore ingerenza dell’Atlantico, che si traduce in un aumento del campo termico: solo 2 mattine su 10 abbiamo registriamo minime sottozero, mentre il 20 la massima supera i 10°C dopo 72 giorni consecutivi senza la doppia cifra.

Complessivamente, la seconda decade chiude con una media termica di 3.23°C.

Nella breve terza decade, l’avvicinamento alla stagione primaverile si fa maggiormente sentire: a fronte di una sola minima sottozero (il 21), ci sono ben 4 massime > 10°C, con il valore mensile più elevato registrato il 27, con 14.5°C.

La media termica di questa terza decade è salita fin a 6.68°C.

Con una media integrale di 3.31°C, e con una media calcolata di 3.62°C, Febbraio ’10 chiude con il simbolo blu di mese sottomedia. Ecco una rielaborazione su scala mensile delle temperature massime e minime giornaliere:

 L'andamento termico del mese di Febbraio 2010 a Pavia

Facendo riferimento alla media utilizzata dall’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (1971-2000), il mese termina sottomedia di 48 decimi, in pratica di mezzo grado.

Le cose non mutano se consideriamo un intervallo temporale più ampio: se infatti valutiamo la media dal 1862 ad oggi, emerge che il valore di quest’anno, 3.62°C, occupa il 44°mo percentile.

Assumendo valori in linea quelli compresi tra il 25°mo ed il 75°mo percentile, possiamo ritenere Febbraio 2010 un mese termicamente nella media.

LE PIOGGE:

Durante la sera del 4 una vivace perturbazione atlantica subentra da SW, arrecando un po’ di nevischio. Il giorno 5 l’intensità delle precipitazioni riesce ad uniformare la colonna d’aria sovrastante la città, e crea una situazione di omotermia. La diretta conseguenza è la caduta di una copiosa nevicata, probabilmente la più intensa dell’intera stagione in termini di snow/rate, con un accumulo al suolo che raggiunge i 14.0cm.

Solo nel corso di questo evento, Pavia guadagna più di 30mm d’acqua.

Anche la seconda decade presenta un valzer di precipitazioni, questa volta sottoforma liquida: dal 14 al 19 un treno di perturbazioni atlantiche apporta molte piogge su tutto il pavese, specie il giorno 19, quando in città registriamo un accumulo superiore ai 40mm.

Idem la terza decade, che segue le orme della precedente, e presenta 6 giorni di pioggia su 8.

Complessivamente, a Pavia cadono oltre 130mm, circa 80mm in più della normale media.

L'andamento pluviometrico del mese di Febbraio 2010 a Pavia

Anche qui, se andiamo ad aiutarci con la terminologia dei percentili, spicca l’importanza degli eventi perturbati di questo mese: l’accumulo mensile si piazza infatti al 95°mo percentile.

Considerando mesi pluviometricamente in media quelli compresi tra il 25°mo ed il 75°mo percentile, Febbraio ’10 risulta evidentemente ben sopra media pluviometrica.

Sarebbero bastati pochi mm in più per rendere questo mese “eccezionalmente piovoso”.

 

LE NEVICATE:

Una buona nevicata interessa la provincia il giorno 5: con una temperatura di partenza di 3.6°C, la neve riesce gradualmente a prendere il posto della pioggia, facendo calare la colonnina a 0.1°C.

Durante il pomeriggio del 5 Febbraio la nevicata si fa davvero intensa: i grandi fiocchi cadono fitti sotto i lampioni appena accesi, ed incrementano velocemente il bottino al suolo.

A fine giornata si contano 14.0cm.

Un altro, sporadico evento nevoso giunge il giorno 9, quando una debole nevicata mattutina regala una sottile spolverata da mezzo cm.

Basta così: con 14.5cm Febbraio 2010 si prende la medaglia d’oro del mese più nevoso del nuovo millennio: in seconda posizione il Febbraio del 2005, con solo 1cm di neve in meno.

Il confronto delle nevicate a Febbraio dal 2000 ad oggi


I VENTI:

Come ogni mese invernale che si rispetti, Febbraio 2010 ha avuto una ventilazione predominante dai quadranti sud-occidentali. L’assenza di vento si piazza invece al 2° posto con una percentuale di oltre il 17%. Terza posizione per l’WSW, che supera il 15%.

Fanalini di coda il solito SSE e, a sopresa, anche l’WNW.

 La disposizione dei venti a Pavia nel Febbraio 2010



<GENNAIO 2010<                                                                                    >MARZO 2010>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it