Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 24 visitatori online

Visitatori



OggiOggi180
IeriIeri859
TotaliTotali3421981

Alba e tramonto a Pavia

ven 22 novembre 2019
il sole sorge alle 07:31
il sole tramonta alle 16:48
Il commento al mese di Luglio 2010 PDF Stampa E-mail

Eccezionalità scongiurata grazie alla rinfrescata finale

LE TEMPERATURE:

Luglio 2010 termina con una media complessiva di 25.98°C, oltre 2° superiore alla media 1971-2000.

La prima decade trascorre sotto condizioni pienamente estive: le massime sorpassano sempre i 30°C, così come le minime rimangono superiori ai 20°C in città. La punta massima decadale di 33.3°C viene registrata più giorni, il 3, il 4 ed il 10 Luglio.

Durante la seconda decade l’aria tropicale continentale associata alla risalita dell’Anticiclone sub-tropicale incrementa il caldo su tutta la nostra provincia: Pavia raggiunge i 33.6°C il giorno 11, i 33.7°C il giorno 15.

Il 16 Luglio una modesta ventilazione da EST fa raggiungere la massima mensile, con ben 34.4°C: anche la sensazione di afa rimane intensa, a causa di un tasso di umidità relativa superiore al 50% durante le ore diurne.

Per quanto riguarda le minime, vi è da segnalare una netta minima tropicale (per “tropicale” s’intende una minima superiore ai 20°C) il giorno 11, quando la colonnina di mercurio non riesce a scendere sotto la soglia dei 24.2°C, registrati alle 5.25 del mattino.

Una lieve rinfrescata si avverte tra il 17 ed il 20, quando le massime non superano i 32°C in città. Le aree ad est e a sud della provincia, per conformazione del territorio ed il gioco di propri microclimi, registrano valori più elevati rispetto alla città, alla Lomellina, al settore al confine col milanese.

La terza decade trova invece la chiave di volta, anzi, di svolta: dopo i primi 4 giorni ancora tutti estivi, caratterizzati da qualche tuonata il 21 ed il 23, il giorno 24 un affondo depressionario scandinavo pilota correnti settentrionali in direzione del nord Italia: il giorno 24 cadono tutte le serie consecutive: le massime tornano sotto i 30°C dopo un filotto di 28 volte, le minime tornano sotto i 20°C dopo 25 giorni.

Seguono giornate più fresche: il giorno di San Giacomo la minima scende addirittura a 15.2°C, mentre il 28 viene registrata l’ultima temperatura superiore ai 30°C del mese, con 30.2°C.

Ecco il grafico che sintetizza l'andamento termico giorno dopo giorno nel mese di Luglio a Pavia:

L'andamento termico del mese di Luglio 2010 a Pavia

Questa rinfrescata finale ha costituito un grandioso freno a quello che sembrava un’ inarrestabile corsa verso valori medi eccezionalmente caldi.

Come detto, rispetto alla media 1971-2000, utilizzata come riferimento dall’Organizzazione Mondiale della Meteorologia, Pavia ha chiuso un Luglio sopramedia di oltre due gradi.

Aiutandoci invece con i percentili, calcolati con la nostra serie storica 1862-2010, come s’inserisce questo mese? Ebbene, la media mensile di questo 2010 si colloca al 96°mo percentile!

Decisamente sopramedia, Luglio 2010 non è risultato “eccezionalmente sopramedia per meno di 4 decimi!

Confrontandolo con gli anni passati, la media di 26.0°C risulta essere la 3° più calda dal 2000 ad oggi, dietro solo ai 26.3°C del 2003 ed ai 26.8°C del 2006.

LE PIOGGE

Ben poco da dire in questo ambito.

Che la nostra provincia, così come altre aree di bassa pianura lombarda, non sia in pole position per i fenomeni temporaleschi, è dato assodato: la normale climatologia del nord italia prevede un maggior accumulo pluviometrico estivo da Milano verso nord, cioè laddove l’orografia può aiutare ad innescare la molla dell’instabilità. Inoltre le correnti sud-occidentali richiamate dalla coda delle perturbazioni atlantiche in transito sull’Europa centrale, riescono con più facilità a raggiungere le medio-alte pianure, la fascia Pedemontana, Prealpina ed Alpina.

Quest’anno il mese di Luglio ha però riservato pochissime precipitazioni un po’ su tutta la nostra provincia: l’unico evento degno di nota è datato 29 Luglio, quando un buon temporale mattutino ha interessato la città, accumulandovi 8.6mm. In quest’occasione l’estremo settore ovest della Lomellina ha potuto godere di qualche temporale importante, specie l’area di Robbio.

Ecco il grafico che riporta l'andamento delle piogge mensili a Pavia:

L'andamento pluviometrico del mese di Luglio 2010 a Pavia


Complessivamente la media mensile è rimasta sotto i 10mm sul 75% del nostro territorio: è andata meglio in Oltrepò, ove si sono spesso scatenati violenti temporali, talvolta di calore.

Parlando nuovamente di percentili, notiamo come il valore di quest’anno registrato in città occupi la posizione numero 10; in tal modo possiamo definire il mese come decisamente secco, ma non come “eccezionalmente secco”: per poterlo definire in questo modo, l’accumulo sarebbe dovuto rimanere sotto la soglia dei 3.0mm, evento che si è registrato in molti paesi del pavese.

Facendo un confronto con gli altri anni, questo Luglio è il 2° più secco del nuovo millennio, dietro solo ai 7.4mm del 2007.

VENTI:

Diminuisce la “calma” rispetto al mese di Giugno: l’ENE torna in pole position con una percentuale superiore al 20%; seconda piazza per il SW, che crolla di oltre 6 punti percentuali. Fanalini di coda i soliti SSE e SE.

La rosa dei venti del mese di Luglio 2010 a Pavia


<GIUGNO 2010<                                                                      >AGOSTO 2010>

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it