La Primapagina di Paviameteo, aggiornata Mercoledì 12 Agosto 2020, a cura di Tommaso Grieco

 

Ancora stabile e caldo, ma l'instabilità va in crescendo...

Le immagini dal satellite meteosat

Un cordiale buongiorno a voi lettori e buon proseguimento di settimana ed attività lavorative.

Il martedì di ieri è scivolato via dalle nostre mani sotto condizioni di tempo variabile: stabile ed assolato sulle pianure, con temperature su valori estivi, instabile e dalla spiccata attività cumuliforme sui rilievi dell'Oltrepò, ove moderati temporali hanno regalato fresche emozioni di piacere tra la vetta del Monte Penice e l'area del Brallo.

Ci stiamo avvicinando di gran carriera al Ferragosto 2020, festività da molti attesa per cercare pace, serenità ed un po' di leggera distrazione da questi mesi così complessi e difficili sotto ogni punto di vista.

Ma come si vanno disponendo le varie pedine bariche sullo Scacchiere europeo?

Mentre l'Anticiclone delle Azzorre rimane ben strutturato sulle sue terre d'origine, una certa circolazione depressionaria ingloba l'Europa occidentale, con una goccia fredda ben posizionata sul golfo di Biscaglia. Per rimbalzo, aria tropicale-marittima affluisce sull'Italia, ove le temperature si mantengono elevate, specialmente al centro sud.

Tuttavia, l'aria fresca ed instabile presente sull'Europa occidentale incomincerà ad affluire anche verso il nord-Italia: già oggi pomeriggio qualche primo temporale potrà svilupparsi sui rilievi dell'Oltrepò, ma sarà tra la prossima notte e domattina che un maggior calo dei geopotenziali potrà estendere la fenomenologia anche alle pianure. I temporali risulteranno locali, ma dove si scateneranno potranno farsi apprezzare a suon di boati ed intensi colpi di vento.

Domani e venerdì il tempo permarrà un po' instabile, a rischio di locali temporali sui rilievi dell'Oltrepò ed occasionalmente sulle aree di pianura, ove, globalmente, dovrebbero resistere condizioni di tranquillità.

Infine, a Ferragosto dovrebbe splendere il sole su gran parte della provincia, accompagnato da temperature estive ma senza eccessi.

Contenti dunque di questa previsione? Orsù, potrebbe ancora cambiare tutto...

Per ora godiamoci questo bel mercoledì, in attesa di scoprire cosa ci riserverà l'instabilità in arrivo la prossima notte. Buona giornata!


Bollettino Meteorologico di Paviameteo, valido per Pavia e provincia. Previsioni a cura di Tommaso Grieco

Mercoledì 12 Agosto 2020

Mattina Pomeriggio Sera

Giornata di tempo dal tipico sapore estivo, con passaggio di velature alte e sottili sulle pianure. Nel corso del pomeriggio una moderata attività cumuliforme sui rilievi dell'Oltrepò potrebbe essere associata a qualche locale e breve temporale, tuttavia di forte intensità. Possibile instabilizzazione generale dalla tarda serata.

Temperature: min stabili, tra 19°/22°C, max stabili, tra 32°/34°C. Locali punte superiori. Caldo ancora afoso.

Zero termico: attorno ai 4200m.

Venti: deboli variabili, da nord-ovest in nottata e poi prevalentemente da EST in giornata.

Giovedì 13 Agosto 2020

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino tempo instabile, con possibile transito di linee temporalesche da ovest verso est: possibili fenomeni localmente intensi, anche accompagnati da grandine e forti folate di vento. In giornata almeno in parte assolato, ma con spiccata attività cumuliforme. Basso ma non escluso il rischio di ulteriori rovesci.

Temperature: min stabili, tra 19°/22°C, max in diminuzione, tra 30°/33°C.

Zero termico: attorno ai 4100m.

Venti: deboli variabili. Notevoli rinforzi prima e durante le eventuali manifestazioni temporalesche della prima parte di giornata.

Venerdì 14 Agosto 2020

Mattina Pomeriggio Sera

Nella notte ed al mattino tempo un po' instabile, con possibile transito di linee temporalesche da ovest verso est. In giornata almeno in parte assolato, ma con spiccata attività cumuliforme. Basso ma non escluso il rischio di rovesci.

Temperature: min in lieve ulteriore diminuzione, tra 18°/21°C, max stazionarie, tra 30°/33°C.

Zero termico: attorno ai 3900m.

Venti: deboli variabili.

Tendenza successiva

Ferragosto 2020 trascorrerà probabilmente all'insegna di un tempo stabile ed assolato, con solo qualche cumulo pomeridiano in formazione sulle vette dell'Oltrepò. Domenica tempo ancora soleggiato, ma verso sera sarà possibile un ritorno a condizioni maggiormente instabili (da rivedere e confermare).



Il programma

Oggi l'Italia rischia di essere collocata dai partner europei ai margini dei processi di innovazione imposti dalla crisi energetica e dalla necessità di ridurre le emissioni di CO2. Se ciò avvenisse ci perderebbe non solo la qualità ambientale ma tutto il sistema Paese

Oggi le mille vertenze ambientali e territoriali hanno un unico obiettivo unificante: dalla lotta contro il carbone a Civitavecchia e a Marghera, o contro le centrali termoelettriche a Offlaga e Bertonico, alla denuncia della bugia nuclearista, alla vertenza per difendere le acque in Valtellina, alla guerra santa contro le nuove autostrade lombarde, alla difesa civile contro la crescente cementificazione e consumo di suolo, alla rivolta dei pendolari che chiedono investimenti ferroviari qualificanti, all'azione civica di ciclisti e pedoni per riprendesi le città chiuse nella morsa del traffico e dell'inquinamento, al contrasto agli inceneritori per il sostegno della raccolta differenziata... non devono più apparire battaglie localistiche, ma parte di una spinta per la modernizzazione ecologica della società, per rendere l'Italia meno dipendente dal petrolio e dalle sue guerre, per renderci degni cittadini di un'Europa che oggi sta tracciando la strada per uscire dal tunnel delle energie fossili e fissili.
Da qui l'iniziativa milanese in «Marcia per il clima» con una manifestazione nazionale promossa da un'ampia alleanza di associazioni italiane.

Il 7 giugno

Al mattino dalle ore 10 ai Giardini di Palestro piazze tematiche, spettacoli, mostre, concerti, incontri pubblici per fermare la febbre del pianeta.
Dalle ore 15 corteo, partenza da Piazza San Babila

È stato quindi lanciato l'Appello «In marcia per il clima», con una prima lista di promotori nazionali: Legambiente, Acli, Acli – Anni Verdi, Adoc, Aiab, Ambiente e Lavoro, Amici della terra, Arci, Arcicaccia - Csaa, Arci ragazzi, Arci Servizio Civile, Assong, Auser, Banca Etica, Cai, Casa del Consumatore, Cgil, Cia, Cisl, Civita, Coldiretti, Contratto Mondiale dell'Energia, Cts, Fai, Fair trade, Federconsumatori, Federnatura, Federparchi, Fiab, Focsiv, Forum Ambientalista, Forum Terzo Settore, Lav, Lega consumatori, Lega Pesca, Libera, Lipu, Lunaria, Mce, Mdc, Movimento Consumatori, Pronatura, Slow Food, Tavola della Pace, Terre di Mezzo, Terra Futura, Uil, Uisp, Unione degli Studenti, Vas.

In vista di questo grande appuntamento sono state predisposte una serie di iniziative collaterali di sensibilizzazione.

Approfondimenti - Verso il 7 giugno

«Aperitivi Verdi» del circolo Legambiente Milano - ore 18 in via Mercadante, 4 (MM 1-2 Loreto):

28 aprile «Quale energia, quale efficienza nel futuro prossimo dei cittadini della Lombardia» - con Dino De Simone, Divisione Punto Energia, Regione Lombardia

26 maggio «Mobilità intelligente: Viaggiare Leggeri». Presentazione del libro edito da Terre di Mezzo, a cura del relatore - Andrea Poggio, Legambiente

«Energia verde al cinema». Rassegna cinematografica sulle energie rinnovabili e l'ambiente

Organizzata dal Circolo Baciati dal Sole di Legambiente
Sabato 17 e domenica 18 maggio, dalle ore 14,30 alle 24 allo Spazio Oberdan di Milano, V.le Vittorio Veneto 2 (Metro Porta Venezia)

Si sente spesso parlare delle fonti rinnovabili come energie del futuro: ma sole e vento sono davvero alternative concrete e valide a petrolio e nucleare? È vero che entro pochi anni vivremo in una situazione di mancanza di petrolio? Come si fa a installare un impianto solare sul tetto di casa? Per rispondere a queste domande il circolo «Baciati dal Sole» di Legambiente organizza,  collaborazione con la Cineteca Italiana, la seconda edizione della rassegna «Energia verde al cinema» sabato 17 e domenica 18 maggio.
La manifestazione prevede nel corso dei due pomeriggi, tra le 14,30 e le 19, la proiezione di documentari e film di inchiesta sulle energie rinnovabili e la sostenibilità energetica. La parte serale della rassegna, dalle 19 in poi, verrà dedicata al cineasta Werner Herzog e ad alcuni dei suoi più recenti lavori sull'ambiente.
Fra i film di Herzog in programma anche l'ultimo, «Incontri alla fine del mondo», in anteprima per la città di Milano, sul delicato ecosistema dell'Antartide. Nel corso della manifestazione verranno organizzati alcuni incontri di approfondimento sui temi dell'energia e della mobilità sostenibile.

Programma della rassegna

Sabato 17 maggio
Ore 14,30 «Delta del Niger: gli affari sporchi del petrolio». Regia: Yorgos Avgeropoulos, Grecia, 2006, 65', v.o. sott. it.

Seguirà l'incontro: Energie in Africa: come si creano (la clinica solare di Emergency) e come si distruggono (lo sfruttamento delle risorse nel Delta del fiume Niger). Partecipano: Arch. Raul Pantaleo (Emergency) e Bridget Yogurè (rappresentante del popolo Ogoni).
Ore 16,30 «Un crudo risveglio: the oil crash». R.: Basil Gelpke e Ray McCormack. Svizzera, 2006, 85', v.o. sott. it.

Seguirà l'incontro: Quali le prospettive delle fonti rinnovabili a Milano e in Italia? Partecipano: Antonio Lumicisi (Ministero dell'Ambiente), Roberto Longo (Presidente di Aper – Associazione dei Produttori di Energia Rinnovabile) e Sergio Zabot (responsabile del settore energia della Provincia di Milano).

Ore 19 «Grizzly man». R. e sogg.: Werner Herzog. Fot.: Peter Zeitlinger. Int.: Franc G. Fallico, Amie Huguenard, Timothy Treadwell, Werner Herzog. Canada, 2005, col., 100'.
Seguirà un aperitivo.

Ore 21,30 «Encounters at the end of the world» R., sc. e suono: Werner Herzog. Fot.: Peter Zeitlinger. Mus.: henry kaiser, David Lindley. Usa, 2007, 99', v.o. sott.it. (Anteprima per Milano).

Domenica 18 maggio
Ore 14,30 «Chi ha ucciso l'auto elettrica?». Regia: Chris Paine. USA, 2006, 92'. v.o. sott. it.
Seguirà l'incontro: Viaggiare leggeri. Partecipa: Andrea Poggio (Legambiente).
Ore 17 «La potenza del sole». Regia: Jhon Clese. USA, 2005, 52', v.o. sott. it.
Seguirà l'incontro: Energia solare: quali le prospettive e gli incentivi? Partecipa: Gualtiero Seva (Mitsubishi Electric).
Ore 19 «Encounters at the end of the world» R., sc. e suono: Werner Herzog. Fot.: Peter Zeitlinger. Usa, 2007, 99', col., v.o. sott. it.
Ore 21 «Il diamante bianco» R. e sc.: Werner Herzog. Fot.: Henning Brünner. Mont.: Joe Bini. Mus.: Ernst Reijseger, eseguita da Mola Sylla e dai cori sardi tenore e Cuncordu de Orosei. Int.: Graham Dorrington, Mark Anthony Yhap, Anthony Melville, W. Herzog. Germania, 2004, col., 87'.
Apocalisse nel deserto” R. e sc.: Werner Herzog. Fot.: Paul Beriff. Mont.: Rainer Standke. Suono: John G. Pearson. Ger./UK/Fr., 1991-92, col., 52', v.o. sott. ital.

Proiezioni nelle giornate successive

Mercoledì 21 maggio h 19/Giovedì 22 maggio h 19/sabato 24 maggio h 19/Domenica 25 maggio h 21.30: Incontri alla fine del mondo
Mercoledì 21 maggio h 17: Un crudo risveglio: the oil crash
Giovedì 22 maggio h 17: Chi ha ucciso l'auto elettrica
Venerdì 23 maggio h 17: La potenza del sole

La rassegna è organizzata nell'ambito di European SolarDays
con il patrocinio di Provincia di Milano, Assosolare con il contributo di Aper, Abn-Amro, ZeroEmission.TV, Mitsubishi Electric, in collaborazione con Festival Cinemambiente di Torino - Conases - GSES

L'ingresso ai film del pomeriggio è gratuito, mentre costa 5 euro per le proiezioni dalle 19 in poi. Ingresso gratuito a tutte le proiezioni per i soci di Legambiente.
Per ulteriori informazioni: Circolo Baciati dal Sole – www.baciatidalsole.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

(Info: www.legambiente.eu, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 02 87386480)

Commenti offerti da CComment